Iscriviti alla newsletter

(inserisci la tua e-mail)

Home : Editoriali

Diarrea acuta

Data agg: 17/07/2007
A cura del Dott. Gianpiero Manes

L’ approccio diagnostico e terapeutico al paziente con diarrea acuta

Introduzione

Diarrea acutaLa diarrea viene definita dall’aumentato numero di evacuazioni di feci di ridotta consistenza. Si dice acuta quando duri meno di 2 settimane e cronica quando duri più di 4. La diarrea che duri tra le 2 e le 4 settimane è detta persistente. La diarrea acuta è in genere causata da una infezione. Più rare sono le diarree acute da farmaci, intossicazioni ed allergie.
È evidente comunque che qualsiasi diarrea, anche quelle che saranno poi definite croniche, all’esordio sia considerata una diarrea acuta. Nel mondo occidentale la diagnosi di diarrea acuta è tra le più frequenti formulate dal medico di base. Negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale si registra in media un episodio di diarrea acuta per persona per anno [Bibliografia 1].
Negli USA circa 99 milioni di episodi di diarrea acuta colpiscono in un anno gli adulti [Bibliografia 1]; circa la metà degli individui affetti ha avuto una limitazione delle proprie attività per più di un giorno, con 8.2 milioni di consultazioni del medico e 250000 ricoveri ospedalieri. La diarrea è una possibile causa di morte, per la maggior parte tra anziani [Bibliografia 2]. Alcuni individui sono a maggior rischio di diarrea: chi vive in condizioni igieniche carenti o in comunità, omosessuali maschi, individui immunodepressi, chi viaggia in paesi in via di sviluppo.

Diarrea acutaLa diarrea sia un problema che acquista caratteristiche diverse nelle diverse aree geografiche in relazione alle diverse condizioni igienico-sanitarie ed ai diversi patogeni presenti. L’approccio al paziente con diarrea è dunque diverso a seconda dei mezzi diagnostici e terapeutici disponibili in una determinata area geografica. Nel mondo occidentale solo una minoranza delle diarree infettive hanno una causa batterica (meno del 30%). La maggior parte sono virali e guariscono spontaneamente.
L’approccio del medico pratico sarà dunque finalizzato alla terapia di sostegno e solo in una minoranza dei casi metterà in atto procedure finalizzate al riconoscimento dell’agente causale e alla somministrazione di terapie specifiche.

La diarrea ha enormi costi sociali. Un corretto approccio diagnostico e terapeutico al malato con diarrea è dunque fondamentale, da una parte per ridurre i costi legati alla gestione della malattia in quanto tale e, dall’altra, per ridurre i costi indiretti dovuti ai giorni di inattività e di assenza dal lavoro.
In questo articolo verranno riportati gli aspetti fondamentali dell’approccio al paziente adulto con diarrea acuta così come emergono dalla abbondante bibliografia esistente e dalle linee guida emanate dalle diverse società. Si farà anche un cenno ad alcune condizioni che acquistano caratteri di peculiarità, quali la diarrea del viaggiatore. Non si parlerà invece di diarrea del bambino e del paziente immunodepresso o con AIDS di competenza più propriamente del pediatra e dell’infettivologo.

  • Anche nel mondo occidentale la diarrea acuta è molto frequente ed è causa di enormi costi medici e sociali, oltre che di morbilità e mortalità
Torna Su

ACCEDI
ai servizi riservati

E-mail

Password





cerca nel sito


Ricerca Avanzata >>
Spedisci questa pagina ad un amico    Apri questa pagina in versione stampabile